Daniele Alves Barreiro

 

 

 

 

 

 

 

Sono Daniele Alves Barreriro e tra le mie grandi passioni la politica è sempre stata fonte di interesse, una sorta di vocazione.

Mi candido perché credo di poter dare attivamente una mano alla politica locale, spesso etichettata come vecchia e lontana dalla gente. Sono molto attivo nel miglioramento della società, la mia candidatura non è altro che un contributo per la costruzione di una nuova politica sociale che abbia a cuore tutta la popolazione, soprattutto coloro che rientrano tra le fasce più deboli della popolazione che sempre più spesso vengono dimenticate e abbandonate a loro stesse. Il futuro ci riserva grandi sfide e con convinzione dobbiamo unirci a difesa di queste fasce e a tutte quelle tematiche che come socialisti abbiamo a cuore.

Tra i grandi temi di attualità è fondamentale il discorso ecologista, nessuno può permettersi di tirarsi indietro riguardo a questa tematica, nonostante ci siano ancora persone che fanno finta di nulla oppure propongono mezze soluzioni, con forza e impegno possiamo ma soprattutto dobbiamo trovare soluzioni efficaci, come il miglioramento dei servizi pubblici che ne incentiverebbe l’utilizzo.

Come giovane rappresento sicuramente una tra le fasce demografiche meno presenti nella politica attuale, candidandomi cerco di poter essere l’immagine di una gioventù che vuole dire la propria opinione sui temi quotidiani che toccano tutti noi, quella parte di giovani che intende lottare per un futuro solidale e roseo per tutti quanti.

Il sostegno alla scuola pubblica è un tema cruciale e credo che il miglioramento di essa debba essere tra gli obbiettivi principali della città.

In poche parole io mi impegno per la difesa delle fasce più a rischio, il bisogno fondamentale di una città che si impegni con dedizione alla problematica ambientale, il sostegno alla scuola e alla cultura, dare spazio alle politiche giovanili e rafforzarle, quartieri sicuri in cui avvenga una convivenza ottimale e la possibilità di integrarsi serenamente e assolutamente minimizzare lo spreco di denaro per progetti futili e senza un futuro investendo invece nella socialità.

Ribadisco la mia voglia nel voler dedicare del tempo per la città in cui vivo e a cui sono particolarmente legato portando la mia visone della società e dando uno sguardo giovane e socialista. Oggi come mai prima d’ora è fondamentale unirsi nella costruzione e nella realizzazione di un luogo migliore dove vivere e tutti si sentano accolti. Negli ultimi anni noto sempre maggiormente una tendenza alla chiusura e all’isolamento, è fondamentale quindi promuovere un’idea di città aperta, forte, solidale, dove nessuno venga escluso. In questo modo creeremo una Lugano migliore e che sia di ispirazione per tutti gli altri comuni Ticinesi e Svizzeri.

Mi metto in gioco perché credo in un progetto ambizioso di una Lugano sempre pronta a migliorarsi e che stia al passo con i tempi rimanendo solidale e aperta.

Candidato al Consiglio comunale di Lugano, candidato nr. 1, lista 10.