Thomas Salati

Mi chiamo Thomas Salati, ho 27 anni e vivo a Bellinzona.

Lavoro come operatore sociosanitario in una casa per anziani di Bellinzona.

L’anno scorso mi ero candidato al consiglio comunale di Lugano; dopo essermi trasferito a Bellinzona ho deciso di propormi come candidato pure qui.

Uno dei temi a me più importante sono i diritti della comunità LGBTQ+, poiché siamo ancora ben lontani da una società dove essi non siano giudicati o discriminati.

Trovo di fondamentale importanza anche il lavoro per la parità dei sessi, in quanto penso che non ci potremo mai definire una società aperta a chiunque fin quando tutti gli individui non saranno considerati sullo stesso piano.

Un altro tema molto urgente è quello del cambiamento climatico: gli effetti del comportamento della nostra società nei confronti del pianeta che abitiamo sono sempre più evidenti ed è inevitabile discutere dell’argomento: io credo che ci si deva impegnare per un abbandono graduale dei combustibili fossili, per un passaggio alle energie rinnovabili; si sta facendo molto su questo tema con i mezzi pubblici ma il servizio di trasporto pubblico resta tutt’ora poco attrattivo a causa dei costi esageratamente alti e della scarsa puntualità, per fare due esempi.

Un’altra cosa che mi sta molto a cuore è la lotta al razzismo, che è ancora molto radicato in Ticino, lo stiamo vedendo adesso con la votazione della legge antiburqa: il diverso viene spesso giudicato o discriminato in base alla sua provenienza e questo deve finire.

Trovo anche molto importante l’impegno per assicurare una vita dignitosa alle persone povere, per esempio arrestando l’aumento spropositato e ingiustificato dei premi delle casse malati o impedendo l’aggiunta di nuove tasse a scapito delle persone meno agiate, che già fanno fatica ad arrivare alla fine del mese e spesso non hanno una buona qualità di vita a causa della precaria condizione economica e che quindi non hanno bisogno né meritano di essere impoverite ancora di più.

Thomas Salati

Articoli