Il verde che c’è in Ticino

In Ticino abbiamo molto verde da tutelare e da utilizzare per il turismo. Purtroppo, però il Ticino si sta facendo mettere i piedi in testa da parte dell’edilizia e di altri abusi ecologici. Questo non gioca in nessun caso a nostro favore, perché normalmente il turista viene in Ticino per stare in contatto con la natura. Se non riusciamo a salvaguardare il nostro più grande tesoro, la natura, sicuramente non avremo più un futuro turistico. Ricordo che il cemento e le spa ci sono anche nelle grandi città. Le terme e le spa, personalmente, trovo che sarebbe meglio farle nei posti adeguati, quali Acquarossa o altre località del genere e non realizzarle ovunque nel cantone.

Inoltre, abbiamo anche delle bellissime passeggiate turistiche che possiamo valorizzare, al posto di voler costruire maxi-resort, come sul Monte Brè a Locarno. Non trovo giusto che poche persone possano speculare così su dei pezzi di terra, distruggendo quello che c’è di bello nella regione e nel cantone. Inoltre, si distruggerebbe la biodiversità, che di questi tempi è molto importante, perché senza di essa rischiamo di perdere il nostro pianeta. Dobbiamo anche ricordarci che senza natura e senza verde non possiamo sopravvivere e nemmeno senza i contadini e i campi.

Quindi direi che bisogna imparare a rispettare l’ambiente non solo smettendola di costruire all’impazzata, ma anche cercando maggiori turisti di nicchia che possano venire ad apprezzare i nostri beni naturali.

Articolo di Barbara Sala apparso sul Corriere del Ticino il 28 marzo

Lascia un commento