10 misure concrete per il mondo del lavoro

Nella prossima legislatura sarà fondamentale implementare le seguenti 10 misure a favore del mondo del lavoro e dell’occupazione. Alcune di esse sono già note, altre le presenterò qualora fossi eletto:

  1. Salario minimo sociale a 21.50 franchi l’ora: questa è la soglia minima che permette ad un lavoratore (senza famiglia e con lavoro al 100%) di vivere in Svizzera senza dover far capo all’aiuto sociale;
  2. Aumentare i controlli: l’ispettorato del lavoro va rafforzato, ma oltre a ciò occorre implementare appieno il contro progetto all’iniziativa anti-dumping, approvato dal popolo esso prevede 18 ispettori supplementari e 5 unità amministrative;
  3. Lotta al lavoro nero nel settore delle addette/i alle pulizie): con una campagna di informazione e mettendo a disposizione dei cittadini strumenti semplici e comprensibili per sanare la situazione, si potrebbe dare a moltissime lavoratrici maggiori tutele e monitorare un settore completamente sommerso;
  4. Contratti normali di lavoro: aumentare da subito i salari minimi, che oggi nei 16 contratti normali sdoganano un vergognoso dumping di stato! È fondamentale inoltre utilizzare al massimo questa misura fiancheggiatrice, vanno quindi modificati gli attuali criteri utilizzati dall’IRE per riscontrare dumping in un settore (istituto che accecato dall’ideologia sembra ostacolare l’utilizzo dei CNL);
  5. Applicazione dell’art. 10 della L-Rilocc: ossia concedere le indennità supplementari cantonali ai disoccupati che hanno terminato i giorni e che dovrebbero quindi far capo all’assistenza;
  6. Vincolare alla sottoscrizione di un CCL i beneficiari di contratti di prestazione cantonali;
  7. “Lavoro che fa ammalare”: i ritmi sempre più pressanti, gli obiettivi sempre più irraggiungibili e una scarsa etica del lavoro stanno facendo esplodere i costi sanitari legati a patologie riconducibili a difficoltà sul posto di lavoro. È urgente intervenire facendo prevenzione (formazione di quadri e team leader rispetto ai rischi psicosociali), dotarsi di un intervento precoce e rafforzare controlli e sanzioni per aziende che trasgrediscono;
  8. Creare un tribunale del lavoro: i casi sono sempre più numerosi e sempre più complessi, vanno date le giuste risorse e competenze al potere giudiziario;
  9. Lottare contro i fallimenti pilotati: il fenomeno di fallimenti aziendali criminosi e a scopo di lucro è in continuo aumento, creando danni sociali ed economici enormi. Va rafforzata l’azione preventiva e repressiva contro queste pratiche;
  10. Creare un fondo per il lavoro: che permetta di accompagnare al meglio giovani e ultracinquantenni nel (re)inserirsi nel mercato del lavoro.

Articolo di Fabrizio Sirica, apparso su Ticinonline

Lascia un commento