Resoconto assemblea annuale

Ieri, sabato 13 ottobre, si è tenuta la nostra assemblea annuale. Punto principale all’ordine del giorno era il rinnovo delle cariche all’interno del Partito: il comitato per l’anno 2018-2019 è composto da Angelo Mordasini, Martino Rinaldi, Laura Riget e – l’unica nuova persona ad assumersi la carica – Daniela Falconi. Complimenti e vi facciamo gli auguri di buon lavoro da parte di tutto il Partito!

Ringraziamo di cuore Chiara Salvini, che dopo due anni e mezzo di grande lavoro in comitato ha deciso di non ripresentarsi. Non ancora pronta a congedarsi dalla GISO, Chiara assumerà assieme a Lisa Boscolo la coordinazione della campagna elettorale per le cantonali. Grazie mille ad entrambi per prendersi la responsabilità per questa importante sfida! La Gioventù Socialista sarà infatti presente sulla lista del Partito Socialista per il Gran Consiglio con una decina di candidati e candidate, nonché una candidatura ufficiale sulla lista per il Consiglio di Stato – Laura Riget – e un secondo giovane membro della GISO sulla stessa lista – Fabrizio Sirica. Come GISO riteniamo fondamentale dare il nostro appoggio alla campagna del Partito Socialista e portare avanti anche noi come giovani delle posizioni progressiste che si orientano a valori come la solidarietà, la giustizia sociale e la pari opportunità. Il Ticino ne ha urgentemente bisogno e noi siamo pronti per cambiare ciò che ci disturba! 

Infine abbiamo preso posizione sulle votazioni che ci attendono il 25 novembre e su due proposte per le quali si stanno attualmente raccogliendo firme. All’unanimità abbiamo deciso di non sostenere l’ingannevole iniziativa “per l’autodeterminazione” lanciata da UDC e Lega, che sarebbe molto pericolosa per la protezione dei diritti umani. La GISO è anche contraria alla nuova base legislativa per la sorveglianza degli assicurati, legge che non rispetta il diritto di proporzionalità e limita eccessivamente la privacy dei cittadini e delle cittadine mettendo tutti sotto sospetto generalizzato. Meno chiaro è la posizione riguardo il terzo oggetto federale che verrà sottoposto al voto popolare a novembre, l’iniziativa “per le vacche con le corna”. Pur essendo consapevoli dei limiti della proposta, il diritto dell’animale alla sua integrità fisica è prevalso spingendoci a sostenere la proposta. In conclusione abbiamo deciso di sostenere la raccolta firme per  l’iniziativa cantonale “Ticino Laico” e il referendum contro la “Riforma fiscale e del finanziamento dell’AVS”.

Come GISO siamo pronti e motivati per l’anno intenso che ci attende! #venceremos

Lascia un commento